Se volete, come speriamo, aiutare Giornalisti Nell’Erba a continuare ad esistere, donate il 5×1000 a Il Refuso Ass. Prom. Soc. CF 09246801006. A voi non costa nulla, per noi è un grande aiuto. 


Come si indaga sulla greenicità delle imprese e dei prodotti? Come si distingue il green dal greenwashing? Il progetto del ciclo di workshop di Giornalisti Nell’Erba, che ha riunito enti pubblici, scuole, università, giornalisti e imprese, ha usato, intorno al neologismo #greenicità, le tecniche del giornalismo come strumenti investigativi ed esercizi di comunicazione e narrazione adatti a tutti. Continua … »


GNE2014 C4C Equipaggi per il Cambiamento, Giornata Nazionale dell’ottava edizione di Giornalisti Nell’Erba, è il 30 maggio. Dalle 9 alle 20, al Campus X dell’Università di Roma Tor Vergata, decine di eventi formativi di ogni tipo su ambiente, giornalismo e comunicazione, scienza, innovazione, e premiazione nazionale.  


Fra il 30 Aprile e il 4 Maggio, all’interno del Festival Internazionale di Giornalismo di Perugia, sono previsti tre appuntamenti a cura della Federazione Italiana Media Ambientali (FIMA).
Un convegno su come si comunica il cambiamento climatico più due workshop sul greenwashing e il trattamento della notizia ambientale. Continua … »


Continua … »


WORKSHOP – Si presto a dire green

di Simona Salvagni della II D dell’I. C. Frascati via d’Azeglio

Nel Pacifico, al largo delle isole Hawaii, si è formato un accumolo di rifiuti, soprattutto plastica, per questo esso prende il nome “isola di plastica”.
Le buste di plastica hanno cominciato ad accumularsi verso gli anni Cinquanta perché l’azione della corrente oceanica è dotata di un movimento a spirale che fa aggregare i rifiuti tra di loro.

La dimensione dell’isola può variare dai 700.000 〖km〗^2a 1 milione di〖km〗^2, più grande della Penisola Iberica.  Continua … »


WORKSHOP – Si presto a dire green

di Francesca Zanobbi, 15 anni, Grottaferrata

È questo il tema che è stato affrontato nel secondo workshop organizzato da Giornalisti Nell’Erba per aiutarci a focalizzare ed interpretare al meglio il concetto di “greenicità”. Più volte durante la giornata è stata sottolineata l’importanza che le imprese adottino comportamenti finalizzati alla salvaguardia dell’ambiente e condividano le innovazioni sostenibili provenienti da ogni campo della scienza.
A volte però accade, come abbiamo capito, che le aziende si ingegnino sì, a produrre in modo green, tralasciando conseguenze che potrebbero investire l’ambito sociale. Per conoscere proprio quest’altro aspetto che in parte risponde alla nostra domanda principale (Basta produrre green per essere green?) abbiamo intervistato Daniela Riganelli, consulente di Novamont, agenzia chimica italiana che si occupa del settore delle bioplastiche. Continua … »


WORKSHOP – Si presto a dire green

di Marco Zuaro – III C media Istituto Comprensivo Don Milani, Monte Porzio Catone

Le biotecnologie fanno grandi progressi. Fin dall’antichità, le piante sono state per l’uomo indispensabili. Esse ci forniscono moltissimi prodotti della vita quotidiana come cibo, fibre (da cui si ottengono i tessuti), e anche materiali per la costruzione come il legno. I botanici attualmente stanno cercando di applicare ciò che ci offrono le piante in altri campi, più ampi di quelli già detti. Continua … »


Le C4C delle prime elementari dell’Istituto Don Milani di Monte Porzio Catone hanno costruito una nave e un’astronave per il loro viaggio verso il Cambiamento. In ciascuna hanno stivato le cose essenziali (chi il proprio letto, chi un pagliaccio, chi le risate, chi … la mappa per tornare a casa). Hanno equipaggiato nave (“Si chiama pensiero”) ed astronave con bagagli minimi (“Parmitano ci ha detto che loro hanno al massimo 2 kg a disposizione, e anche i marinai hanno poco spazio nei gavoni”), ed hanno invitato il direttore di giornalistinellerba al varo e al lancio. Qui sotto un video esemplificativo della cerimonia e alcune informazioni sul progetto che ha coinvolto gli equipaggi degli 80 bambini.

 C4C delle prime di Monte Porzio Catone

 

cod. conc. 302090026


WORKSHOP – Si presto a dire green


di Silvia Bucchieri della I D dell’I. C. Frascati via d’Azeglio

Per fortuna negli ultimi anni sta diminuendo l’uso delle buste di plastica derivata dal petrolio. Forse non tutti sanno che il “padre” della plastica è stato un italiano e che la sua invenzione non ha portato solo danni, infatti si è cominciato a sostituire parti di automobili con la plastica e di conseguenza il loro peso è diminuito insieme all’energia per farle muovere. Continua … »