Il tema della XII edizione del Premio nazionale e internazionale GIORNALISTI NELL’ERBA è

Bilancio di Sostenibilità

 

Si è aperta l’12° edizione del Premio e del progetto Giornalisti Nell’Erba. Lanciata alla Notte Europea dei Ricercatori a settembre 2017, la dodicesima edizione ha per tema “BILANCIO DI SOSTENIBILITA'”. La sostenibilità non è solo ambientale, ma è anche sociale ed economica. Più sono integrate queste tre aree tra loro e migliori sono i risultati, per i singoli, per le comunità, per i paesi, per il mondo intero. Per poter agire in modo sostenibile, c’è bisogno di uno sguardo più ampio e c’è bisogno di un quadro preciso di come si sta agendo in quelle tre aree. Ciascuno di noi, dunque, avrebbe bisogno di fare un suo “bilancio di sostenibilità” dopo aver messo giù le singole azioni in ciascuna area ed averne misurato in qualche modo l’impatto anche in relazione alle altre aree. Se facessi un bilancio di sostenibilità della mia famiglia, dovrei tener conto, per la parte ambientale, dei vari consumi energetici (elettricità, riscaldamento, carburante per l’auto), della dispersione di calore, del consumo dell’acqua, della gestione dei rifiuti, della scelta di fare l’orto per mangiar sano…, ma anche ad esempio dei vantaggi sociali del fare tutto questo, così come dovrei mettere in conto le azioni che faccio per gli altri, le scelte quando compro qualcosa, la carta che consumo inutilmente o le email che invio a sproposito. Dovrei mettere tutto questo in un bilancio che tiene conto della spesa, delle bollette, degli acquisti ecc. Tutto questo molte aziende lo fanno in un vero e proprio Bilancio di Sostenibilità che serve loro per migliorare le prestazioni ambientali, farsi una buona reputazione, migliorare anche i loro conti ad esempio risparmiando sui costi dell’acqua e dell’energia. Come trattarlo Il tema è vasto e può abbracciare molte letture. Si può pensare ad un proprio bilancio di sostenibilità, ad una bilancio della scuola, della classe, della città o del quartiere, si può esaminare i bilanci di piccole aziende, di enti, di multinazionali, si possono fare confronti, si possono prendere alcuni aspetti e non tutti, si può trattare la questione anche dal punto di vista della comunicazione: chi lo fa, sa poi comunicarlo con efficacia? Perché questo tema Nel quadro delle competenze di ciascun giovane e giovanissimo si sente sempre più - e, oltre alle istituzioni sovranazionali, anche il MIUR ne dà indicazione - la necessità di rendere protagonista l’educazione allo sviluppo sostenibile. Uno sviluppo non è sostenibile se non è frutto di una visione d’insieme in cui ciascun dettaglio ha la sua funzione strategica. Il tema di questa edizione vuole far sperimentare la capacità di riunire le informazione, suscitare domande e sollecitare risposte a 360° su tutti i fronti (ambientale, sociale, economico) della sostenibilità. Per farlo bisogna raccogliere e ordinare i dati così da poter avere un quadro chiaro dello status quo, individuando i punti deboli o critici che possono essere migliorati. Si tratta quindi del primo fondamentale passo verso la progettazione (altra competenza indicata dal MIUR di interventi finalizzati ad obiettivi sostenibili concreti.