Il trionfo dei gNe

Centinaia, da Padova come da Messina e Catania, da Bari come da Como, i bambini e ragazzi arrivati a Monte Porzio Catone, ieri, per la premiazione di Giornalisti nell’Erba IV. Sul palco a ricevere i riconoscimenti della prestigiosa giuria, piccoli di prima e di seconda elementale come liceali a pochi giorni dalla maturità. A premiarli, il presidente della giuria Luigi Contu, direttore dell’Ansa, Roberto Natale, presidente FNSI, i giudici di GnE Gaetano Savatteri, scrittore e giornalista, Claudia Fusani, giornalista dell’Unità, Giancarlo Loquenzi, direttore dell’Occidentale, Tullio Berlenghi, scrittore ed esperto di tematiche ambientali, Alberto Fiorillo, giornalista e responsabile comunicazione di Legambiente, Ugo Armati, consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti che ha conferito a nome dell’Ordine ulteriori riconoscimenti ad alcuni vincitori delle sezioni giornalistiche e anche a Paola Bolaffio, ideatrice e coordinatrice del progetto GnE e Sergio Urilli, consigliere della Provincia di Roma che ha consegnato le targhe della Provincia, prima sostenitrice  del progetto. A condurre la cerimonia, Stefano Apuzzo, scrittore e presidente di Amici della Terra Lombardia. Reset Radio, radio ufficiale di GnE, ha seguito in diretta tutta la premiazione. (www.resetradio.net) (a breve, le foto e ulteriori approfondimenti sull’evento).

CLASSIFICA GIORNALISTI NELL’ERBA QUARTA EDIZIONE

Il Tgr su GnE

[flashvideo file=video/tgrsugne.flv /]

Un mercoledì da Giornalisti nell’Erba. “La più grande e più giovane redazione ambiente” al Festival di Perugia

Giornalisti piccoli, ma molto preparati.  Non c’erano dubbi.

Colti di sorpresa dall’assenza di Leo Hickman, prigioniero della nube di ceneri del vulcano islandese, i Giornalisti nell’Erba non si sono persi d’animo. Neanche dopo due traslochi – dall’Hotel Brufani al Teatro Pavone e di nuovo all’Hotel, lasciando il grande teatro alla direttora dell’Unità Concita De Gregorio per un incontro su media al femminile –  che hanno prolungato di una mezz’ora e di qualche goccia di sudore il loro lungo viaggio. Erano infatti arrivati in 70, da Roma e da Gallicano nel Lazio, Tivoli, Frosinone, Carpineto, Frascati, Monte Porzio Catone, Colonna, e poi da Guastalla in Emilia, Chiusi in Toscana e qualcuno anche da altrove, coi genitori. Una piccola delegazione, in rappresentanza dei 2528 della “più  grande e più giovane redazione ambiente del mondo”.

Fenomeno gNe al Festival di Perugia

Ci siamo: Giornalisti nell’Erba, “la più grande e più giovane redazione ambiente del mondo”, è in partenza per il Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia.

Mercoledì 21 aprile alle 17, all’Hotel Brufani, una rappresentanza dei “piccoli, verdi, reporter” intervista Leo Hickman, di the Guardian. I ragazzi si cimenteranno poi in un concorso giornalistico estemporaneo proposto da Repubblica@Scuola. Fanno parte della delegazione anche i bambini rom del campo nomadi di via di Salone, a Roma, in concorso con un calendario dell’acqua in quattro lingue (italiano, inglese, romeno e romanes). Vi aspettiamo all’Hotel Brufani. O sul sito. Oppure seguiteci in diretta su Facebook.

E da oggi, a grande richiesta, sul sito di Giornalisti nell’Erba saranno resi pubblici i lavori dei 2528 partecipanti alla quarta edizione del concorso.

Alla IV edizione di Giornalisti nell’Erba, concorso di giornalismo ambientale per bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni ideato e promosso da Il Refuso, partecipano 2528 bambini e ragazzi da 17 regioni italiane, che hanno scritto (e disegnato, filmato, poetato…) di Sole e Acqua in 431 modi diversi. Per la giuria presieduta dal direttore dell’Ansa Luigi Contu non sarà facile scegliere i migliori! I vincitori saranno premiati il 22 maggio prossimo a Monte Porzio Catone.

Sono 2528 i giornalisti Nell’erba nel 2010

Duemilacinquecentoventotto. Per scriverlo ci vuole concentrazione. E’ il numero dei partecipanti alla quarta edizione di Giornalisti nell’Erba, il concorso di giornalismo ambientale per bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni ideato e promosso dall’associazione Il Refuso. “La più grande e più giovane redazione ambiente del mondo” nel 2010 raddoppia di dimensioni, con un caleidoscopio di 431 elaborati in concorso