Seconda vita con Secondamanina

di Edona Xhaferri e Francesca Biancalana, del liceo sceintifico G. Alessi di Perugia

img-20170407-wa0071Nell’era in cui viviamo, il consumismo è ormai diventato parte della società e della vita di ognuno di noi; la gente compra a dismisura oggetti, talvolta anche inutili, buttandoli poi via dopo breve tempo perché fuori moda.
Uno dei settori più colpiti è quello dei bambini; si parte ad esempio con una infinità di spese ed un consumo esagerato di oggetti che dopo il breve utilizzo vengono buttati o messi da parte.
Ma come si può ridar vita a questi oggetti? A questo ha pensato Elisa Bagnetti, imprenditrice che ha deciso di fondare “Secondamanina” un negozio per l’acquisto e la vendita di oggetti usati, in particolare nel settore infantile. Esso si trova in una zona commerciale del territorio umbro, precisamente a Ellera, in provincia di Perugia ma si possono trovare altri siti anche nel resto d’Italia . Ma come funziona? Come tutti i mercatini dell’usato la merce viene ritirata in conto vendita e poi, per la valutazione dell’attrezzatura, si ricerca ogni oggetto sul web: se il prodotto è ancora in produzione, lo si pone alla metà del valore del nuovo, se invece è fuori produzione ma attuale e funzionante, si stabilisce un prezzo in proporzione allo stato di conservazione. Parlando con la proprietaria abbiamo scoperto, inoltre, che il mercato dell’usato sta incrementando i profitti e si sta diffondendo in vari ambiti grazie ai numerosi vantaggi che da sia al compratore che al venditore. Si spera, quindi, che in un futuro remoto le persone inizino a evitare le spese eccessive e a valorizzare ciò che possiedono anche semplicemente vendendo o prestando oggetti a chi ne farebbe un uso migliore.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>