Riciclare cibo.. è green

articolo di Alessandro Leone, del III anno del Liceo G. Alessi di Perugia

foto codice 1485955734902 riciclare il ciboRidurre lo spreco alimentare è diventato necessario.
L’impatto economico ed ambientale che deriva dallo sperpero di cibo produce effetti sempre più negativi ed è riconducibile alla condotta sbagliata dei vari nuclei familiari.
I consumatori acquistano in modo inadeguato e in quantità maggiore rispetto alle proprie necessità, di conseguenza risulta impossibile mangiare tutto ciò che si trova nelle tavole e che inesorabilmente finisce nella pattumiera.
Purtroppo anche i materiali con cui i cibi sono imballati aumentano la “spazzatura” con danni notevoli sull’ambiente.
La stessa produzione alimentare si sta rivelano un pericoloso boomerang per le fonti inquinanti.
Le emissioni provenienti dall’agricoltura producono effetti dannosi sul clima aumentando la quantità di gas serra come la CO2.
Inoltre le colture irrigue assorbono ingenti quantità d’acqua dolce con notevoli sprechi di risorse idriche.
I concimi troppo abbondantemente usati in agricoltura arricchiscono laghi e i mari di sali minerali favorendo l’eutrofizzazione delle acque, un fenomeno che conduce alla morte di organismi.
Ognuno di noi, quindi, contribuisce con la propria condotta all’inquinamento del pianeta.
Da qui nasce l’esigenza di sensibilizzare i cittadini ad assumere un comportamento più consapevole e rispettoso nei confronti degli alimenti.
La buona pratica di pianificare la spesa e riciclare gli avanzi diventa necessaria.
Le nostre dispense e frigoriferi spesso abbondano di cibi da recupero che possono diventare ingredienti base per preparare interi pasti luculliani, come suggeriscono oggi i più grandi chef stellati.
Lo spreco alimentare è intollerabile in un pianeta che per metà soffre la fame ed è il simbolo di una società che non considera il cibo come bene indispensabile per la sopravvivenza, privandolo dei suoi valori culturali, sociali e ambientali.
Sono tante e gustose le ricette che possiamo ottenere evitando inutili sprechi ed a costo zero con gli avanzi delle nostre cucine.
Perché non provarne qualcuna con le ricette delle nostre nonne? Saranno sicuramente deliziose e piene di ricordi.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>